Vincenzo Cicerchia rappresenta la quinta generazione di viticoltori della famiglia. La prematura scomparsa del fratello Sergio non ha modificato la filosofia aziendale, tuttora mirata a preservare in cantina l'armonia creata nel vigneto.
La sua azienda, ubicata a Zagarolo vicino Roma, sul Colle Mainello da cui prende il nome, ha iniziato nell'anno 2000 una profonda ristrutturazione rivolta alla produzione di vini di qualità, puntando su nuove tecnologie di produzione e selezione dei vitigni.
Si seguono metodi di coltivazione biologica nella convinzione che i vini migliori si formano a partire da una vigna migliore.
Tutto, nel comportamento dell'azienda, si basa sul rispetto del vino e di coloro
che lo bevono, al fine di creare con i Consumatori un rapporto di estrema fiducia.
Una piccola percentuale di terreno è coltivata a uliveto, come è tradizione nell'agricoltura dei Castelli Romani. Le cultivar Frantoio, Leccino e Rosciola, molite entro le 48 ore, danno un olio delicatamente fruttato, dal colore paglierino con riflessi verdognoli.

Il Casale Mainello


Immagini sottoposte a Copyright - Tutti i diritti riservati © 2011 - WebMaster M. Esposito